MENU

Università degli Studi di Bologna

Redesign

  • Graphic design
  • Manuale di identità web

Visita il sito

Grande potere, grande responsabilità

Tra le ragioni di esistere di un’impresa, c’è – crediamo – il suo rapporto con il territorio, con le sue radici, con il tessuto sociale e culturale in cui essa è cresciuta, e grazie al quale può continuare ad esistere.

Diciamo questo perché, quando siamo stati scelti per aiutare lo staff dell’Ateneo di Bologna a ridisegnare l’interfaccia del suo sito, tutto ciò si è come sublimato: ridisegnare l’istituzione-madre, con i suoi secoli di storia e il peso che essa ha su di noi e sul nostro quotidiano (Bologna città universitaria...), ha provocato una specie di capogiro.

Unibo_1

Restauro conservativo? Innovazione?

Toccare il sito di Unibo, a distanza di dieci anni dal suo precedente redesign, ha significato considerare problemi di portata molto, molto ampia. Sono in questi anni cambiati il web, il design, i dispositivi, soprattutto le persone. Si sono susseguite scuole di stile, modelli di design, guru e contro guru.

Per nostra fortuna, siamo entrati in gioco al termine di una fase, durata mesi, in cui il team del portale dell’Ateneo ha indagato, definito, infine progettato una nuova architettura orientata all’utente e ai contesti d’uso. Abbiamo quindi potuto lavorare su una materia già estremamente raffinata, su cui siamo intervenuti sempre con spirito critico, ma senza che mai ce ne sia stato un reale bisogno.

Unibo_2

Rigore

Dovendo progettare una struttura, e un insieme di elementi, che poi sarebbe stata sviluppata tecnicamente dal team dell’Università, abbiamo fatto un lavoro di omogenizzazione e razionalizzazione certosino: un numero limitatissimo di dimensioni e pesi di font, per i rispettivi usi semantici, codici visivi coerenti per indicare funzioni d’uso, un apparato iconografico standard, in tono e con la giusta riconoscibilità.

Unibo_3

Creare contenitori che contengano contenuto

L’Ateneo ha fatto, e continua a fare, un lavoro di semplificazione del suo linguaggio, per rendere sempre più accessibili i suoi contenuti e i suoi meccanismi; il sito doveva essere più che pronto per questo, con strutture modulari che potessero aiutare l’aggregazione di tipi di contenuto diverso, sempre con risultati eccellenti di leggibilità. E con un occhio all’efficienza nel content management.

Unibo_4

Emozionale quanto basta

In un siffatto impianto, lo spazio per le componenti puramente emotive è necessariamente diluito nella loro funzionalità; abbiamo comunque ricercato una dimensione non puramente “istituzionale”, soprattutto nel trattamento di elementi di stampo comunicativo o di supporto alla navigazione.

Unibo_5

Esso vive.

Le nostre proposte sono state rielaborate dallo staff di Unibo per renderle compatibili con il complesso sistema di variabili che compongono organizzazioni così complesse. Nel mese di luglio del 2013, il nuovo unibo.it ha preso vita. Noi di Mentine siamo onorati di avere dato il nostro contributo.