MENU

La mia esperienza in Mentine

(Come scrivono i giornali, “riceviamo e volentieri pubblichiamo” questo post di Valeria Bigongiali, che abbiamo avuto l’onore di ospitare nell’ultimo trimestre del 2010 per ridare vita al nostro progetto accessibile.it. Grazie ancora Vale per l’ottimo lavoro!)

Valeria-BigongialiChe cosa significa accessibilità?

Faccio e mi faccio questa domanda da diversi mesi.

La prima volta è stato studiando i siti web che parlano di Bologna, la città in cui vivo e studio. L’analisi faceva parte del progetto TagBologna (oggi TagEmiliaRomagna), il laboratorio di marketing territoriale nel web 2.0 tenuto da Michele d’Alena all’interno del mio corso di laurea in Scienze della Comunicazione Pubblica e Sociale. Così ho conosciuto il lavoro di Mentine, che si interroga sull’accessibilità da molto più tempo di me e oggi rilancia il progetto accessibile.it, avviato nel 2006.

È proprio alla rinascita di accessibile che ho partecipato negli ultimi mesi, un lavoro durante il quale sono riuscita a cogliere meglio la multidimensionalità di questo concetto.

Da una parte gli aspetti tecnici, i requisiti base necessari a rendere i contenuti fruibili per tutti, anche i disabili: i tentativi di eliminare ogni discriminazione.
Dall’altra, l’architettura dell’informazione e la sua presenza: quale impatto hanno gli sforzi tesi a rendere la fruizione dei contenuti possibile se poi quello che manca sono i contenuti stessi?

Il progetto, partendo da queste basi, cerca di capire come tutto questo venga affrontato nel “nostro” territorio di riferimento: Bologna, appunto. E più nello specifico, nei siti dei sessanta Comuni della provincia, delle facoltà universitarie e delle Ausl regionali.

È stata una bella avventura, ricca e preziosa per la tesi di laurea, che gira attorno al complesso e interessante rapporto tra web e cittadinanza.
Attualmente in work in progress, vedrà la luce a marzo; nel frattempo, i risultati di accessibile.it verranno pubblicati.

Per tutti questi motivi, ringrazio ancora tutti “i” Mentine per il lavoro stimolante e la piacevolissima compagnia.